FoxAnimation

Tarzan è il fratello di Elsa e Anna? Il nuovo trailer di Frozen rinvigorisce la teoria

di - | aggiornato

La fan theory del 2015 viene rafforzata da alcuni dettagli emersi dal nuovo trailer di Frozen 2.

255 condivisioni 4 commenti

Condividi

C'è una fan theory, che circola in rete ormai da anni, secondo cui i film di Frozen e Tarzan (e anche quello di Rapunzel!) sarebbero in qualche modo collegati. Per essere più precisi, Tarzan, Anna ed Elsa potrebbero essere fratelli e il trailer di Frozen 2, riportato in apertura dell'articolo, non fa che fornire ulteriori prove a sostegno di tale ipotesi. Bisogna però fare qualche passo indietro per capire di cosa stiamo parlando.

La fan theory originale: Tarzan, Anna ed Elsa sono fratelli?

In Frozen, i genitori delle due protagoniste muoiono in un naufragio, o almeno così lascia intendere il film del 2013. Ma se in realtà fossero sopravvissuti?

Immaginate: la nave su cui sono a bordo si imbatte in una tempesta e viene rovesciata, una scena sospettosamente simile all'inizio di Tarzan, dove soltanto una coppia si salva: secondo le menti contorte dei fan, sarebbero proprio il padre e la madre di Anna ed Elsa, che finiscono in Africa come naufraghi. In questo lasso di tempo hanno dato alla luce un maschietto (Tarzan, appunto) e, dopo essersi ivi stabiliti in una casa sull'albero, vengono uccisi dal leopardo Sabor.

Peraltro, i fan suggeriscono che il re e la regina di Arendelle fossero diretti al matrimonio di Rapunzel e Eugene Fitzherbert (Flynn Rider), anche perché in una scena della pellicola ambientata nel regno di ghiaccio si possono vedere i due novelli sposi passeggiare fianco a fianco, all'incoronazione di Elsa - confermando perlomeno lo stesso spaziotempo per i film di Rapunzel e Frozen.

Rapunzel e Flynn all'incoronazione di ElsaDisney

La teoria è stata confermata più o meno sarcasticamente nel 2015 dal co-regista di Frozen, Chris Buck, il quale ha affermato che i naufraghi di Tarzan sarebbero i genitori di Anna ed Elsa... il che renderebbe l'uomo scimmia principe di Arendelle!

Ciò ha ancora più senso se crediamo che fossero in viaggio per partecipare al matrimonio di Rapunzel: il regno di Corona è probabilmente un luogo immaginario della Germania a giudicare dall'architettura, dai costumi e dai paesaggi del lungometraggio animato (oltretutto Raperonzolo è una fiaba dei fratelli Grimm, che erano tedeschi); Arendelle, invece, potrebbe essere localizzata in Norvegia, con i suoi fiordi e le lande innevate.

Quindi, una tempesta li porterebbe fuori rotta spingendoli verso l'Africa. Non è totalmente irrealistico, ma dal momento che vengono condotti molto, molto lontano dalle onde (l'Africa non è che sia proprio dietro l'angolo per i norvegesi), sembra strano possa essersi trattato di una burrasca naturale.

Come il trailer di Frozen 2 rinforza la fan theory

Fatta questa premessa, è possibile considerare alcuni dettagli emersi dal trailer di Frozen 2 che sono andati a rafforzare la teoria sul legame di sangue tra Tarzan, Anna ed Elsa. Nella clip, Elsa finisce sommersa da una grande onda e si ritrova faccia a faccia con un cavallo magico, fatto di acqua: si tratta di un Nokk, secondo quanto affermato da Disney, ovvero un guardiano della misteriosa magia a nord di Arendelle.

Ora, se la fonte dei poteri di Elsa è nel nord, potrebbe essere che i suoi genitori abbiano fatto qualcosa, magari non di tanto carino, per garantirglieli. Se il Nokk è in grado di provocare onde, allora è possibile sia stato lui a rovesciare la nave che trasportava i monarchi di Arendelle: forse ha punito la coppia allontanandola da regno e ricchezze ed esiliandola in una lontana Africa.

Il Nokk è guardiano della magia a nord di ArendelleHDDisney

Spostando l'attenzione su Tarzan, si può facilmente notare come il suo attributo più irrealistico sia la capacità di interloquire sia con le scimmie che con gli esseri umani e, secondo i fan, potrebbe essere il risultato di una magia residua. Altro aspetto che lo accomuna alla famiglia reale di Arendelle è la sua somiglianza con Anna: non possiedono poteri e hanno tratti fisici comuni (entrambi sono castani e con occhi chiari). Se Tarzan può comunicare con primati e umani, Anna, dal canto suo, è stata in grado di sopravvivere al gelo nonostante fosse una ragazza minuta.

Infine, come rivela il trailer, Elsa in Frozen 2 dovrà intraprendere un viaggio oltre le Terre Incantate per fare chiarezza sul suo passato. Qualunque dono abbia ricevuto la reginetta di Arendelle dalla fonte della magia - che può manifestarsi in modi diversi - ha probabilmente che fare con la sua linea di sangue.

Il fiore magico presente in RapunzelDisney

Estendendo tutto ciò a Rapunzel, si potrebbe pensare che la fonte della magia sia responsabile del fiore che garantisce l'eterna giovinezza a Gothel (la malvagia donna che rinchiude la protagonista nella torre), il che creerebbe una dicotomia tra i due film d'animazione.

Frozen II - Il segreto di Arendelle (2019)

Data uscita in Italia: 27 novembre 2019
  • Titolo originale: Frozen II

  • Genere: Animazione, Avventura, Commedia, Fantasy, Musical, Per tutti

  • Nazione: Stati Uniti d'America

  • Regista: Chris Buck, Jennifer Lee

  • Cast: Serena Autieri, Serena Rossi, Idina Menzel, Paolo De Santis, Enrico Brignano, Kristen Bell, Jonathan Groff, Josh Gad, Evan Rachel Wood, Sterling K. Brown

La teoria delle Quattro Stagioni

I fan hanno persino formulato una teoria riguardante le quattro stagioni, ognuna delle quali è stata attribuita ai personaggi, per avvalorare quella precedente: Elsa, nemmeno a dirlo, rappresenterebbe l'inverno; la misteriosa ragazza vista nel primo trailer di Frozen 2 sarebbe avvicinata all'autunno; Rapunzel, quindi, all'estate, visto che il fiore magico viene generato da una goccia di Sole caduto dal cielo.

A Tarzan e Anna apparterrebbe la primavera. Insieme potrebbero simboleggiare la vita che rinasce dopo la morte: seppur congelata, infatti, Anna riesce a sopravvivere in qualche modo. L'uomo scimmia, invece, è l'unico sopravvissuto al sanguinoso massacro di Sabor.

Via: CBR

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.