FOX

I tatuaggi dei fan dedicati a Natasha Romanoff somigliano un po' troppo a Jeremy Renner, dice Scarlett Johansson

di - | aggiornato

I fan degli Avengers spesso fanno tatuare sui propri corpi i volti dei loro eroi preferiti, ma secondo Scarlett Johansson il suo viso somiglia sempre troppo a quello di Jeremy Renner.

Scarlett Johansson sul red carpet dei People's Choice Awards Getty Images

256 condivisioni 0 commenti

Condividi

Per la sua ultima cover story, Vogue ha messo insieme 14 attrici, ognuna proveniente da un paese differente e ha così celebrato il talento femminile nel mondo. Tra le star in copertina, spicca la bella Scarlett Johansson, interprete di Natasha Romanoff nei film sui Vendicatori.

Sul set del servizio fotografico per Vogue, la Johansson ha preso parte a un gioco chiamato Hollywood, Nolywood, Bollywood Squared!: insieme ad altre otto delle attrici protagoniste del numero di aprile della rivista (Eiza González, Léa Seydoux, Angelababy, Golshifteh Farahani, Elizabeth Debicki, Adesua Etomi, Hera Hilmar e Deepika Padukone), ha rivelato qualche segreto, rispondendo alle domande poste dall'intervistatrice.

Scarlett Johansson ha confessato di non essere esattamente a proprio agio coi tatuaggi che i fan si fanno in suo onore

Ho visto un sacco di tatuaggi degli Avengers davvero brutti. Non so per quale motivo la mia faccia nei tattoo somigli sempre a quella di Jeremy Renner più di quella di Jeremy Renner stesso. Non so perché. Magari ci somigliamo?

Durante l'intervista è stato anche chiesto alle attrici di fare il nome di una celebrity che desidererebbero baciare sullo schermo. La Johansson non ha avuto dubbi: "Penelope Cruz", ha risposto senza esitazione alcuna.

L'ultima domanda, invece, ha un tono più serio e la risposta di Scarlett è quella che tutte le donne vorrebbero sentire. Quando è stato domandato se qualcuna delle attrici presenti fosse mai stata pagata più di un uomo, il "Sì" della Johansson (l'unico in un coro di "no") è stato accolto dalle colleghe con urla di approvazione.

Era un argomento di cui a Hollywood prima non si parlava. Adesso le cose stanno cambiando.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.