FOX

Death Note: tutti i film e le serie della saga sul quaderno della morte

di -

Death Note è diventato un successo internazionale, iniziando dal manga uscito su Shonen Jump e poi espandendosi fra anime, film e persino musical.

Death Note: Light e L Shueisha

65 condivisioni 0 commenti

Condividi

Nel 2003 su Weekly Shonen Jump nasceva un manga atipico per gli standard della rivista, ossia Death Note. La sua storia era molto più oscura e complessa dei classici shonen ospitati dalla rivista di Shueisha, di solito basati su combattimenti fra guerrieri dalla forza sovraumana oppure su temi di carattere sportivo.

Death Note era una novità: qui le battaglie erano combattute con l'intelligenza e la logica e i personaggi erano molto più maturi e particolareggiati rispetto alla media di quelli che solitamente si trovavano sulla rivista. I temi e le vicende della serie sembravano quasi più da seinen, ossia da manga per adulti dopo i 18 anni, più che per un pubblico per ragazzi fra le medie e le superiori. Death Note divenne in breve tempo un successo mondiale, arrivando presto a diffondersi in tutto il mondo, soprattutto grazie all'anime, arrivato nel 2006.

Nonostante il manga originale si fosse concluso nello stesso anno, la serie ha continuato a vivere, arrivando a incarnarsi anche in serie e film con attori in carne e ossa. Eccovi dunque tutto quello che c'è bisogno di sapere sul manga nato dalle menti di Tsugumi Ohba e Takeshi Obata.

 

Indice

Fumetti

Anime

Film

Serie TV

Altre opere: romanzi e musical

 

Fumetti

Death Note

Death Note personaggiHDShueisha

All'origine di tutto ciò che riguarda Death Note c'è il manga di Tsugumi Ohba, per la sceneggiatura, e Takeshi Obata, per i disegni. Questo manga ha avuto inizio nel 2003 sulle pagine di Weekly Shonen Jump ed è proseguito fino al 2006, per un totale di 12 numeri.

La storia segue le vicende del protagonista Light Yagami, brillante studente delle superiori figlio di un ispettore di polizia. Un giorno, il giovane trova casualmente un quaderno abbandonato con, sulla copertina, la scritta Death Note, e, all'interno, delle istruzioni secondo cui scrivendo sulle pagine del quaderno stesso il nome di una persona, questa morirà. Light è scettico riguardo quanto letto e, pensando sia uno scherzo, fa un tentativo, scoprendo con sorpresa e orrore che il quaderno della morte funziona veramente. Poco dopo, il protagonista fa la conoscenza di Ryuk, uno shinigami (un dio della morte) che, si scoprirà, ha gettato il quaderno sulla Terra al solo scopo di divertirsi un po'. Light, presa coscienza del potere del Death Note, decide dunque di utilizzarlo per eradicare il male dal mondo, iniziando con il giustiziare i peggiori criminali in circolazione.

Ben presto la gente arriva ad accorgersi delle sue azioni e lo rinomina dunque Kira (killer scritto con l'alfabeto giapponese) e se una parte dell'opinione pubblica si schiera dalla sua parte, un'altra invece gli si oppone. La polizia decide di non poter permettere a questo misterioso killer di farla franca e per stanarlo assolda il miglior detective del mondo, il geniale L. Questi in pochissimo tempo circoscrive l'area della ricerca alla zona di Tokyo, e riuesce, con la sua astuzia, a far fare a Light un passo falso. Da qui inizierà uno scontro fra due menti geniali, uno scontro che deciderà il destino del mondo.

Il manga è stato pubblicato anche in Italia da Planet Manga, che ha stampato tutti i 12 numeri della serie regolare.

Altre opere manga

Del manga esiste anche un tredicesimo numero, intitolato Death Note 13: How to Read, che racchiude molti dati interessanti sulla serie, fra cui i profili dei personaggi, interviste con gli autori, informazioni aggiuntive e mai rivelate prima, alcune vignette inedite e l'episodio pilota che ha dato origine poi alla serie nella sua interezza.

Nel febbraio 2008 i due autori originali hanno poi realizzato un capitolo speciale ambientato due anni dopo l'epilogo del manga. In questo episodio appare improvvisamente un emulatore di Kira, che inizia a seguirne le gesta; starà ai vecchi protagonisti scoprire il mistero su di lui.

Sulla rivista Akamaru Jump sono inoltre comparse delle vignette umoristiche relative al manga originale nel formato yonkoma, ossia un formato, molto utilizzato in Giappone, che vede una storia comica realizzata in sole quattro vignette.

 

Anime

Death Note

Death Note Light e LHDMadhouse

L'adattamento animato del manga, che segue la storia raccontata nella controparte cartacea, è stato realizzato da Madhouse e, in Giappone, è iniziato nell'ottobre del 2006, quando la serie a fumetti si era già conclusa. L'anime conta 37 episodi in totale e adatta tutta la storia vista nel manga in modo molto fedele. Le vicende in versione animata di Light, Ryuk, L, Misa Misa e tutti gli altri personaggi rendono giustizia alla storia originale, con una qualità delle animazioni piuttosto alta per tutta la serie.

L'anime ha riscosso un grande successo, venendo mandato in onda, mentre era ancora in prosecuzione in Giappone, anche in Canada e America, tramite la possibilità di poter vedere gli episodi legalmente in streaming. Questo fu il primo caso di un anime disponibile in simultanea sia in Giappone che in un altro paese. La serie fu portata poi in Italia da Dynit e venne anche trasmessa sul canale ormai non più esistente di MTV durante l'Anime Night, uno spazio dedicato all'animazione giapponese inserito nel palinsesto serale. L'anime contribuì in modo significativo al successo mondiale di Death Note, che divenne un'opera di culto in molti diversi paesi.

Altre opere animate

Dell'anime esistono anche due special televisivi.

Il primo, chiamato Death Note Relight: Visions of a God, è uno special di due ore andato in onda in Giappone nell'agosto 2007. Quest'episodio inizia nel mondo degli shinigami, dove uno di questi dèi chiede a Ryuk come sia il mondo degli uomini. Ryuk si mette allora a raccontare le vicende del primo arco narrativo dell'anime, relativo alla sfida fra Light e L. Questo special è un recap della prima parte della serie animata, con l'aggiunta di alcune scene in più e qualche dialogo migliorato.

Un anno dopo, nell'agosto 2008, è uscito un secondo special animato, intitolato Death Note Relight: L's Successors, un recap degli eventi avvenuti nella seconda parte dell'anime, che porta nuovamente a conclusione la storia originale con l'aggiunta di diverse scene inedite.

 

Film

Death Note (2006)

Death Note Live ActionHDNippon Television

Il primo film con attori in carne e ossa dedicato all'universo di Death Note fu prodotto da Nippon Television e distribuito da Warner Bros Japan. Vedeva Tatsuya Fujiwara nei panni di Light Yagami e Kenichi Matsuyama in quelli di L. La storia è ispirata alle vicende del manga, con un inizio molto simile alla controparte cartacea ma una forte divergenza nelle vicende finali, anche se lo spirito del manga e la delineazione dei personaggi sono ben mantenuti. La pellicola fu anche proiettata nei cinema di Nord America e Canada.

Death Note 2: The Last Name

Death Note the Last NameHDNippon Television

Il secondo film dedicato al fumetto di Tsugumi Ohba e Takeshi Obata è un sequel diretto del primo film ed in Giappone uscì, pochi mesi dopo, sempre nel 2006. La storia di questa seconda pellicola si discosta molto da quanto visto nel manga, arrivando a una conclusione molto diversa, nonostante vari elementi emblematici siano stati mantenuti. Il film ricevette dalla stampa e dai fan recensioni generalmente positive, venendo acclamato come un'ottima versione alternativa della storia originale.

L: Change the World

Death Note spin-offHDNippon Television

Spin-off dei primi due film, L: Change the World si focalizza sul personaggio di L e sull'ultimo caso della sua vita, in cui deve salvare l'umanità da un gruppo di bioterroristi intenti a minacciare il mondo con un virus mortale. L'obiettivo di questa nuova pellicola era quella di mostrare un altro lato di L, personaggio molto amato dai fan della serie. Il film è uscito in Giappone nel 2008.

Death Note: Light Up the New World

Death Note 2016HDNikkatsu/Django film

Questo nuovo film è uscito in Giappone a fine 2016 e si lega agli eventi dei film con attori in carne e ossa usciti in precedenza. La storia è ambientata dieci anni dopo la lotta fra Light e L e presenta una trama originale che si basa su una delle regole del Death Note, ossia quella secondo cui nel mondo degli uomini non possono esistere contemporaneamente più di sei quaderni della morte.

Nel film vediamo l'esistenza in contemporanea di tutti questi quaderni e l'utilizzo che i diversi possessori ne fanno, con l'eredità di L e Light portata avanti dai loro successori, soprattutto dal detective Ryuzaki, discepolo di L e in prima linea nella risoluzione di questo nuovo caso. In tutto ciò, sembra anche che il vero Kira sia tornato in vita.

La nuova pellicola è piaciuta molto per il livello tecnico raggiunto, ma non ha entusiasmato la critica per la qualità della trama, che risulta meno complessa di quella dell'opera originale.

Death Note (2017)

Ryuk in Death Note NetflixHDNetflix

L'adattamento americano del manga è stato prodotto da Netflix. Il nuovo Death Note vede alla regia Adam Wingard, che insieme agli sceneggiatori ha adattato il manga in modo da ambientarlo negli Stati Uniti.

Il nuovo protagonista è Light Turner (interpretato da Nat Wolff), uno liceale intelligente ma piuttosto schivo che troverà il quaderno della morte e deciderà di eliminare la criminalità dal mondo diventando il famoso serial killer chiamato Kira. A contrapporsi al giovane arriverà l'agente speciale dell'FBI chiamato L (interpretato da Lakeith Stanfield), ben determinato a catturarlo. Nel film Ryuk è stato reso in digitale e la voce gli è stata prestata dal famoso attore Willem Dafoe.

Questo nuovo adattamento non è stato bene accolto dai fan, che lo accusano di un eccessivo stravolgimento della trama e dei personaggi, per nulla rispettoso dello spirito originale del manga.

 

Serie TV

Death Note (2015)

Death Note DramaHDNTV

La serie TV giapponese uscita nel 2015 conta 11 episodi. La storia segue a grandi linee le vicende del manga originale, ma con diversi cambiamenti alla trama e al carattere dei personaggi, che risultano un po' diversi rispetto alle loro controparti originali. Questa serie è disponibile attualmente solo in Giappone.

Death Note: New Generation

Death Note HuluHDHulu

Una mini serie TV in tre episodi che fa da prequel al film Death Note: Light Up the New World, uscita in Giappone nel 2016 per Hulu. La storia di questa serie copre gli eventi accaduti nei dieci anni che separano il secondo film della serie, The Last Name, dal film del 2016, Light Up the New World.

 

Altre opere

Death Note the MusicalHDShueisha

In Giappone, nel 2015, è uscito persino un musical dedicato a Death Note; musicato originalmente da Frank Wildhorn, compositore di Broadway, è stato poi adattato in Giappone, con diversi spettacoli arrivati anche in Corea del Sud.

Esistono anche diversi romanzi ispirati alla saga: il primo, chiamato Death Note: Another Note: The Los Angeles BB Murder Cases, è scritto dall'autore giapponese Nisioisin (famoso per essere l'autore di diversi manga e anime famosi come Medaka Box, Bakemonogatari, ecc.) ed è uscito nel 2006. La storia raccontata in questo romanzo è un prequel del manga e vede come protagonista L, qui al suo primo incontro con l'agente Naomi Misora, personaggio visto anche nei primi volumi del manga. I due collaboreranno per scoprire l'identità di un misterioso killer.

Anche il film L: Change the World è stato adattato come romanzo nel 2007, benché la versione scritta presenti alcune differenze nella trama rispetto alla pellicola.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.